LO SCHIZZOTTO

Ricetta dello SCHIZZOTTO, pane condito tipico dei Colli Euganei e della bassa padovana.
Anticamente veniva cotto sul camino sotto il testo, un coperchio di latta o di rame che veniva coperto di braci.
Roberta, inoltre, ci mostra come conservare l’oca “soto onto”.

                           
ingredienti_schizzotto ingredienti_sotoonto

 

PROCEDIMENTO per L’IMPASTO:

Faccio la fontana con la farina PETRA 3 del Molino Quaglia.

Sciolgo il lievito e lo zucchero nell’acqua tiepida e unisco alla farina.

Unisco il sale, il grasso e la grappa. Lavoro per ottenere un impasto sodo.

Faccio un taglio a croce e faccio lievitare per circa un’ora.

Mentre l’impasto riposa preparo le GRASAPOLE.

Rifilo i pezzi d’oca o d’anatra. Li taglio a piccoli pezzi. Li verso in un tegame e li faccio rosolare dolcemente con un rametto di rosmarino. Raccolgo il grasso che si è formato.

Riprendo l’impasto e lo divido in tre parti. Stendo ogni parte in rettangoli dello spessore di circa 2 centimetri.

Distribuisco un terzo delle grasapole sul primo, sovrappongo il secondo, stendo un altro terzo di grasapole, sovrappongo il terzo e aggiungo le ultime.

Faccio le tre pieghe.

Faccio riposare e ripeto ancora due volte.

Questa operazione serve a dare allo schizzotto il suo caratteristico aspetto sfogliato.

Infine lo stendo in forma rotonda e faccio dei tagli a losanga.

Inforno a 150 gradi (ventilato preriscaldato) per circa 50 minuti.

Servo con fettine di oca soto onto o con prosciutto crudo.

Il grasso d’oca può essere sostituito dall’olio extravergine d’oliva e le grasapole con pezzettini di prosciutto grasso-magro o pancetta leggermente rosolati.

 

PROCEDIMENTO per l’OCA o l’ANATRA SOTO ONTO:

Rotolo i pezzi nel sale grosso e li dispongo in un cestino coperto da un tovagliolo.

Copro ancora di sale e lo metto nella parte più bassa del frigorifero.

Ogni due giorni controllo lo strato di sale e aggiungo se necessario.

Dopo 7 giorni sono pronti per essere conservati soto onto nel quale matureranno per circa 3-4 mesi.


Seguite il Gusto di un Tempo anche su: