PONTREMOLI e DINTORNI

Se avete solo quattro giorni di ferie e volete goderveli tutti, Pontremoli è la meta ideale per almeno tre ragioni;  è bellissima, è vicina a molte mete interessanti e si mangia bene.

Noi abbiamo alloggiato al Relais “Caveau del Teatro”, sei stanze deliziose ricavate nell’antica abitazione di famiglia di Fernanda e Amedeo Poletti.

La nostra stanza era stata la cucina di casa e, oltre al camino, sono rimasti anche  il vecchio “piano di cottura” e il lavello di pietra. Originale, vero?

Al pianterreno si trova il ristorante. Amedeo in cucina e Fernanda in sala ne fanno un locale da provare.

Difficile scegliere tra piatti della tradizione e altre preparazioni golose! Quest’anno, purtroppo, mancano i porcini freschi a causa della siccità. Per fortuna i ravioli di borraggine alla pontremolese, prevedono anche l’uso dei funghi secchi, così la tradizione è salva.

Porchetta di coniglio su misticanza, Alici di Monterosso e mozzarella di bufala su crostone, spaghetti gamberi e zucchine, gnocchetti al gorgonzola e tagliata di Angus sono solo alcuni dei piatti proposti, tutti provati e tutti buonissimi.

C’è una golosità, però, diffusa in tutta la Lunigiana che è nata proprio qui a Pontremoli: I Testaroli, rigorosamente conditi con un pesto che Amedeo definisce leggero. Leggero lo è di sicuro e anche squisito.

E, infine, la cantina, ben fornita.  È  curata da Fernanda, esperta sommelier e presidente della Strada del vino dei Colli di Candia e Lunigiana.

A pochi chilometri di distanza c’è solo l’imbarazzo della scelta. Non si può rinunciare a  Colonnata, arrampicata sul biancore della cave, che attira i visitatori con il suo famoso lardo e altri salumi. Noi li abbiamo gustati da “Mafalda” affacciata sulla piazzetta. Altre mete sono  Porto Venere, Le Cinque Terre e i boschi della Val di Taro.

E proprio al margine di questi boschi si trova “La casa delle Erbe” un vero agriturismo che abbina aromaterapia e cucina vegetariana, utilizzando soltanto materie prime prodotte nei loro terreni: grano, farro, miele, ortaggi e piccoli frutti, tutti biologici.

Le stanze sono ampie e curate, tutte provviste di vasca con idromassaggio per godere ancora di più dei benefici degli oli essenziali utilizzati. Il riposo e la pace sono assicurati.

Solo quattro giorni di vacanza, ma vissuti alla grande. Provate anche voi.

Roberta Libero


“Relais e Ristorante “Caveau del Teatro”

Piazzetta S. Cristina

Pontremoli (MC)

0187 833328

“Agriturismo Casa Delle Erbe”

Località Pieve dei Campi 60

Albareto (PR)

0425 990235

“Mafalda” Lardo di Colonnata

Via Fossa Cava 2

Colonnata (MS)


Seguite il Gusto di un Tempo anche su: